Bando Sicurezza

La Camera di Commercio di Vibo Valentia, al fine di affiancare le imprese locali nelle azioni mirate a prevenire e contrastare atti esterni dannosi per i beni aziendali, ha deliberato per l’anno 2019 con d.g. n. 67 del 17/10/2019 lo stanziamento di fondi destinati alle micro, piccole e medie imprese

PREINFORMAZIONE

Obiettivi

La Camera di Commercio di Vibo Valentia, al fine di affiancare le imprese locali nelle azioni mirate a prevenire e contrastare atti esterni dannosi per i beni aziendali, ha deliberato per l’anno 2019 con D.G. n. 67 del 17/10/2019 lo stanziamento di fondi destinati alle micro, piccole e medie imprese della provincia di Vibo Valentia per supportare gli investimenti:

– Misura A) sistemi di sicurezza di videosorveglianza e teleallarme per l’importo totale di € 47.000 (quarantasettemila/00)
– Misura B) installazione reti di recinzioni elettrificate anti-intrusione a protezione delle coltivazioni agricole per l’importo totale di € 10.500 (diecimilacinquecento/00)

Beneficiari

Sono ammissibili alle agevolazioni di cui al presente Bando le imprese di tutti i settori economici che, alla data di presentazione della domanda, presentino seguenti requisiti:


a. essere Micro o Piccole o Medie imprese come definite dall’Allegato I al Regolamento n. 651/2014 della Commissione europea1;
b. avere sede legale o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Vibo Valentia;
c. essere attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese;
d. essere in regola con il pagamento del diritto annuale o impegnarsi a regolarizzarlo entro i tempi richiesti dalla Camera;
e. non essere in stato di fallimento, liquidazione (anche volontaria), amministrazione controllata, concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione       
equivalente secondo la normativa vigente;
f. avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall’art. 67 del D.lgs. 6 settembre 2011, n.159 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia). I soggetti sottoposti alla verifica antimafia sono quelli indicati nell’art. 85 del D.lgs. 6 settembre 2011, n.159;

Iniziative finanziabili

Sono ammissibili al contributo sul Fondo per la Sicurezza:

per la misura A):
– le spese di acquisto e di installazione di sistemi di sicurezza di videosorveglianza, a colori e con memoria degli eventi, collegati e non collegati alle Forze dell’Ordine e/o Istituti di Vigilanza e di teleallarme. Le spese devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda di contributo.

Non sono ammissibili le spese:
per interventi edili;
per manutenzione ordinaria e/o straordinaria degli impianti elettrici che non sia specificatamente riferita all’impianto del sistema di videosorveglianza;

per la misura B):
– le spese di acquisto e di installazione di installazione reti di recinzione elettrificate anti-intrusione a protezione delle coltivazioni agricole

Importo e misura dell’agevolazione

Il contributo che verrà liquidato nei limiti del Fondo annualmente stanziato è commisurato al 50% delle spese ammissibili (al netto dell’Iva) fino ad un massimo di:
Misura A) contributo max di € 1.500 (millecinquecento/00) per un sistema di sicurezza di videosorveglianza a colori e con memoria degli eventi e/o teleallarme
Misura B) contributo max di € 350 (trecentocinquanta/00)per installazione di reti di recinzioni elettrificate anti-intrusione

Per entrambe le misure la spesa ammissibile minima è di euro 500 Iva esclusa.

Domande

I requisiti per accedere ai finanziamenti del presente bando dovranno essere posseduti per il periodo che va dalla data di presentazione della domanda fino alla liquidazione del contributo. Le domande di contributo devono essere presentate, dalle ore 15,00 dell’11 novembre 2019 al 30 novembre 2019