Cos’è

Con la legge di Bilancio 2019 si amplia la platea di destinatari delle agevolazioni di Resto al Sud, che offrono contributi per l’avvio di imprese nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

L’importo massimo del finanziamento erogabile è di 50mila euro per ciascun socio, fino ad un ammontare massimo complessivo di 200mila euro, se la domanda viene presentata da più soggetti facenti riferimento al medesimo progetto.

L’Agenzia esamina i progetti in base all’ordine cronologico di arrivo e ne valuta la sostenibilità tecnico-economica, dando una prima risposta formale entro 60 giorni dalla presentazione dell’istanza.

A chi si rivolge

Le agevolazioni sono rivolte agli under 46 che:

Possono presentare richiesta di finanziamento le società, anche cooperative, le ditte individuali costituite successivamente alla data del 21 giugno 2017, o i team di persone che si costituiscono entro 60 giorni (o 120 se residenti all’estero) dopo l’esito positivo della valutazione.

• sono residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia al momento della presentazione della domanda
• trasferiscono la residenza nelle suddette regioni dopo la comunicazione di esito positivo
• non hanno un rapporto di lavoro a tempo indeterminato per tutta la durata del finanziamento
• non sono già titolari di altra attività di impresa in esercizio
• (per i liberi professionisti): non risultano titolari di partita

IVA , nei dodici mesi antecedenti alla presentazione della domanda, per lo svolgimento di un’attività analoga a quella per cui chiedono le agevolazioni.

Le agevolazioni

Le agevolazioni consistono in un finanziamento a copertura del 100% delle spese, articolato in:

Il finanziamento bancario deve essere restituito in 8 anni e beneficia di un contributo in conto interessi che copre integralmente gli interessi del finanziamento
• un contributo a fondo perduto fino al 35% del programma di spesa;
• un finanziamento bancario, del 65%, concesso da un istituto di credito aderente alla convenzione tra Invitalia e ABI.

*Invitalia e ABI hanno firmato una convenzione per stabilire in che modo le banche possono finanziare i progetti imprenditoriali la cui valutazione da parte di Invitalia ha avuto esito positivo.
La convenzione definisce anche le modalità di erogazione del contributo in conto interesse riconosciuto.
La banca valuta la concessione del finanziamento caso per caso, nel rispetto delle proprie procedure e senza seguire alcun automatismo.

Cosa si può fare

Attività finanziabili

• la produzione di beni nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura;
• la fornitura di servizi alle imprese e alle persone (es. assistenza agli anziani, ludoteca, ecc.);
• il turismo (es. B&B, Affittacamere, Lidi, ecc.).
• erogazione di servizi professionali (si, ora anche i liberi professionisti possono partecipare);

* Sono escluse dal finanziamento le attività di semplice commercio al dettaglio o all’ingrosso.

Attività non finanziabili

• Commerciali: sia al dettaglio che all’ingrosso (semplice compra-vendita);
• Immobiliare ed Edilizia: tutte le attività legate all’immobiliare e all’edilizia (ad esclusione dell’affitto e gestione degli stessi),
si ricorda che non è possibile acquistare immobili;
• Agricole: da verificare caso per caso.

Cosa finanzia

Spese che possono essere finanziate

• Interventi di ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili per un massimo del 30% del programma di spesa;
• macchinari, impianti, attrezzature nuove e arredamenti;
• software gestionali (anche in cloud) e servizi per le tecnologie, l’informazione e la telecomunicazione (TIC);
• altre spese utili all’avvio dell’attività (materie prime, materiali di consumo, utenze e canoni di locazione, garanzie assicurative, ecc.)
per un massimo del 20% del programma di spesa.

Spese che non possono essere finanziate

• NON possono essere acquistati Immobili (Case, terreni, ecc.);
• NON possono essere acquistate attività già esistenti e ne possono essere prese in gestione;
• NON possono essere acquistate automobili, furgoni, ecc.(tranne alcune rare eccezioni da verificare);

0
Domande in Compilazione
0
Domande Presentate
0
Domande approvate